foto intestazione CONSORZIO

Altro in questa categoria: testo intestazione CONSORZIO »

IL CONSORZIO TERRE DI MONTAGNA

L'area in cui opera la filiera del Consorzio Terre di Montagna si estende tra le province di Bologna e Modena, nelle vallate dominate dal Monte Cimone, in un territorio situato ad un altezza superiore ai 600 m.s.l.m.
Si tratta di un territorio ricco di boschi e lontano da fonti inquinanti, riconosciuto per la sua salubrità, all'interno del quale sono presenti le sorgenti minerali Monteforte e Cerelia. Le attività economiche predominanti sono l'agricoltura e l'allevamento bovino a basso impatto ambientale, praticate con sistemi rispettosi dell'ambiente e del benessere animale.
Le stalle del territorio sono di piccole dimensioni, con un ristretto numero di capi, condotte prevalentemente da famiglie di agricoltori; i foraggi utilizzati per l'alimentazione dei bovini sono sfalciati in prati della zona, situati in montagna, caratteristici per la ricchezza delle essenze.

foto intestazione CONSORZIO

IL PERCORSO CON TERRE DI MONTAGNA

L'INIZIO

L'INIZIO

Il Consorzio Terre di Montagna nasce nel 2008 come progetto cooperativo finalizzato alla promozione del Parmigiano Reggiano di montagna e associa realtà produttive attive da più di mezzo secolo situate in un territorio montano e che si estende tra Modena e Bologna per una superficie di 200 km² al di sopra dei 600 metri s.l.m. Il Consorzio promuove, conserva e tramanda la tradizione millenaria di questo formaggio unico al mondo.

I VALORI

I VALORI

Un agricoltura a basso impatto ambientale che sostenga economicamente il tessuto sociale delle zone montane contrastando il calo demografico e promuovendo un sviluppo sostenibile.

La cura del territorio e la valorizzazione delle tradizione per poter far convivere le attività economiche con un turismo di tipo naturalistico, culturale e gastronomico.

LA MISSION

LA MISSION

L'obbiettivo del Consorzio è la rivalutazione patrimoniale del territorio che ha come centro l'idea di creazione di un distretto di produzione e valorizzazione del Parmigiano Reggiano di montagna che abbia ricadute positive anche dal punto di vista della tutela del paesaggio, della conservazione della biodiversità, della difesa dell'identità locale, del sostegno al connubio tra agricoltura e circuiti turistici e gastronomici.

Alla nascita del Consorzio segue l'istituzione del marchio Terre di Montagna allo scopo di dotare i caseifici aderenti di uno strumento idoneo a garantire il consumatore in merito al fatto che il Parmigiano Reggiano venga prodotto esclusivamente con le caratteristiche e i requisiti che gli competono.
Attraverso il Consorzio Terre di Montagna le cooperative socie intendono valorizzare le proprie produzioni lattiero casearie principalmente attraverso l'attività di promozione del prodotto, conservazione, stagionatura e commercializzazione.

In un momento di crisi generalizzata del prodotto, a fronte delle difficoltà e dei costi ancora maggiori per la produzione di Parmigiano Reggiano in territorio montano, l'attività del Consorzio Terre di Montagna potrà contribuire in modo determinante alla sopravvivenza dei caseifici e delle aziende agricole-zootecniche: in questo modo sarà garantita la presenza attiva dell'uomo sul territorio, premessa fondamentale alla salvaguardia dell'ambiente e alla tutela dell'assetto idrogeologico della montagna.

2014 GLI OBIETTIVI RAGGIUNTI

2014 GLI OBIETTIVI RAGGIUNTI

Attraverso il programma di finanziamenti (PSR) della regione Emilia Romagna del periodo 2007/2013 il Consorzio ha partecipato come soggetto capofila a 2 progetti di filiera:

“Parmigiano Reggiano di montagna: un prodotto da scoprire, un territorio da sostenere”

“Parmigiano Reggiano di montagna: l'aggregazione per il riconoscimento del mercato”

che ha previsto l’attivazione di diverse misure quali:

124 - “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie”

111 - “Formazione professionale e azioni di informazione”

121 - “Ammodernamento delle aziende agricole”

123 - “Trasformazione e/o commercializzazione di prodotti”

114 - “Consulenza aziendale”

I due progetti hanno coinvolto per investimenti strutturali al fine di migliorare la qualità dei processi di produzione 25 aziende agricole e 7 siti di trasformazione e commercializzazione appartenenti alla filiera Terre di Montagna.
Tutte le aziende della filiera sono state coinvolte in un percorso di formazione finalizzato a mostrare il valore aggiunto del Parmigiano Reggiano di montagna e le diverse problematiche da affrontare nella commercializzazione diretta del prodotto.

COME SIAMO

COME SIAMO

Noi siamo 85 allevatori che producono e conferiscono 250.000 quintali di latte e siamo i 9 caseifici che li trasformano in 45.000 forme di  PARMIGIANO REGGIANO DI MONTAGNA .
Vogliamo lavorare insieme per consolidare e proteggere realtà sociali ed economiche preziose per la montagna e di conseguenza preziose per tutti.

I PROSSIMI ANNI

I PROSSIMI ANNI

Sul fronte della ricerca e dell'innovazione di prodotto ci proponiamo di approfondire attraverso studi scientifici il valore aggiunto del Parmigiano Reggiano prodotto dai caseifici della filiera Terre di Montagna e attraverso interventi mirati intraprendere azioni che migliorino le qualità nutrizionali del latte.
Creare le condizioni per la creazione di magazzini di stagionatura in zona di montagna.
Promuovere e fare conoscere la qualità distintiva del Parmigiano Reggiano di Montagna in Italia e soprattutto nei mercati esteri più maturi.