LA TRADIZIONE DEL PARMIGIANO REGGIANO DI MONTAGNA

ozio_gallery_lightgallery

LE GROTTE DI LABANTE - CASTEL D'AIANO

Nel Comune di Castel d'Aiano, vi è un fenomeno carsico che, dal punto di vista strettamente scientifico, deve essere considerato ancora più importante dei "Gessi Bolognesi", non fosse altro che per la sua rarità. Si tratta della più grande grotta primaria nei travertini d'Italia e forse una delle più grandi del mondo: la Grotta di Labante. Queste cavità naturali, infatti sono molto rare , e soprattutto, difficilmente superano i 4-5 metri di lunghezza.

Le Grotte di Labante raggiungono addirittura i 51 metri con un dislivello di 12. Sopra la grotta è presente anche una cascata naturale alimentata dalla stessa sorgente che ha dato origine alla formazione calcarea, e se viene osservata con il sole alle spalle, regala un arcobaleno molto suggestivo. Cunicoli e pertugi consentono di visitare le grotte di Labante, all'interno delle quali è possibile ammirare l'azione naturale dell'acqua che ha plasmato vegetali e cristalli di calcite dalle forme piu' strane. La Grotta di Labante è situata al centro di un bellissimo parco adatto a escursioni sia a piedi sia in bicicletta.

Storicamente, risulta essere la prima cavità naturale del bolognese di cui si conservi memoria scritta. Nel 2005 venne constatato che il pavimento del cunicolo, che collega le due entrate principali, era costituito da un accumulo di vari centimetri di spessore di ciottoli arrotondati, che si rilevarono essere una delle cose più rare che le grotte possano ospitare: le pisoliti, dette anche perle di grotta, poiche' il loro modo di riprodursi è del tutto simile a quello delle perle all'interno dell'ostrica.

IL NOSTRO FORMAGGIO È PRODOTTO QUI

  • Default
  • Title
  • Date
  • Random

APPROFONDIMENTI

SALONE INTERNAZIONALE DELL' ALIMENTAZIONE "CIBUS 2018"

Il Consorzio Terre di Montagna sarà presente a Parma al SALONE INTERNAZIONALE DELL'ALIMENTAZIONE "CIBUS 2018" presso lo stand:  Pastificio Ferrari pad. 5 stand A 020 nei giorni di martedì 8...

Leggi tutto
CASEIFICI APERTI 2018

Tieniti libero! Sabato 28 e Domenica 29 Aprile 2018 Torna l’appuntamento con Caseifici Aperti, l’iniziativa che ti permette di visitare il mondo del Parmigiano Reggiano, incontrare i nostri casari e acquistare direttamente...

Leggi tutto
SLOW FOOD: PRIMA GUIDA RAGIONATA AI CASEIFICI DEL PARMIGIANO REGGIANO

SLOW FOOD: PRIMA GUIDA RAGIONATA AI CASEIFICI DEL PARMIGIANO REGGIANO Un grande viaggio nell’eccellenza italiana e nelle differenze che nascono nei singoli caseifici per il profondo legame con il territorio...

Leggi tutto
È MODERNITÀ MILLENARIA

Il Consorzio “Terre di Montagna” nasce nel 2008 come progetto cooperativo finalizzato alla promozione del Parmigiano Reggiano di montagna e associa realtà produttive attive da più di mezzo secolo situate...

Leggi tutto
È CURA DELLA NOSTRA TERRA

Ogni mattina la prima cosa che vediamo iniziando il nostro lavoro è il Monte Cimone; alla sera è l’ultima che vediamo prima di tornare a casa.  Se possiamo godere della...

Leggi tutto

LE QUATTRO STAGIONI DEL PARMIGIANO

Finanziamento dal Programma per lo Sviluppo Rurale (PSR) dell'Emilia-Romagna 2014-2020

Il Consorzio Terre di Montagna è beneficiario di un contributo del FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale) per un progetto approvato a valere sul PSR (Programma per lo Sviluppo Rurale) Emilia-Romagna 2014-2020 – Tipo di operazione 16.2.01 – Approccio di sistema – Avviso Pubblico D.G.R. 227/2017, compreso nel Progetto di Filiera F67 (Settore lattiero caseario) dal titolo "Parmigiano Reggiano di Montagna: le sfide della qualità nell’evoluzione climatica e dei mercati” di cui è proponente e capofila il Consorzio Terre di Montagna -per maggiori informazioni CLICCARE QUI

Per info sulle operazioni cofinanziate dal FEASR: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=LEGISSUM:l60032&from=IT 

  PSR 2014 2020 logo