SENTIERI E CASTAGNETI SECOLARI

Lungo i sentieri potrete incontrare oltre a orchidee selvatiche, gigli, fioriture di montagna caprioli e cervi, castagnete secolari tuttora curate e in produzione.

Il castagno è stato per lungo tempo una delle colture principali per l’economia delle zone appenniniche: i frutti di questa pianta costituivano un importante fonte di sostentamento per le popolazioni locali. A partire dagli anni ’20 del Novecento, il progressivo abbandono della montagna e i cambiamenti delle abitudini alimentari hanno causato una drastica contrazione della produzione di castagne, che ha raggiunto l’apice nei primi anni del dopoguerra. Negli ultimi anni si è tuttavia riscontrato un rinnovato interesse per la coltura del castagno, particolarmente diffusa sull’Appennino modenese e nel territorio di Montese.

Un tempo le castagne e la farina derivata erano i principali ingredienti della tipica cucina montanara, ma ancora oggi rivestono un ruolo importante nella gastronomia dell’Appennino. La castagna, oltre a possedere un alto contenuto calorico, è ricca di sali minerali e vitamine. Nei castagneti, inoltre, non si effettuano concimazioni e trattamenti chimici. La stessa conservazione viene svolta con metodi assolutamente naturali: quello più comune consiste ancora nel mettere a bagno le castagne appena raccolte in recipienti di acqua fredda, dove si lasciano riposare per alcuni giorni. Successivamente i frutti vengono tenuti in luoghi freschi e asciutti, a una temperatura di circa due gradi.

IL NOSTRO FORMAGGIO È PRODOTTO QUI

  • Default
  • Title
  • Date
  • Random

APPROFONDIMENTI

SALONE INTERNAZIONALE DELL' ALIMENTAZIONE "CIBUS 2018"

Il Consorzio Terre di Montagna sarà presente a Parma al SALONE INTERNAZIONALE DELL'ALIMENTAZIONE "CIBUS 2018" presso lo stand:  Pastificio Ferrari pad. 5 stand A 020 nei giorni di martedì 8...

Leggi tutto
CASEIFICI APERTI 2018

Tieniti libero! Sabato 28 e Domenica 29 Aprile 2018 Torna l’appuntamento con Caseifici Aperti, l’iniziativa che ti permette di visitare il mondo del Parmigiano Reggiano, incontrare i nostri casari e acquistare direttamente...

Leggi tutto
SLOW FOOD: PRIMA GUIDA RAGIONATA AI CASEIFICI DEL PARMIGIANO REGGIANO

SLOW FOOD: PRIMA GUIDA RAGIONATA AI CASEIFICI DEL PARMIGIANO REGGIANO Un grande viaggio nell’eccellenza italiana e nelle differenze che nascono nei singoli caseifici per il profondo legame con il territorio...

Leggi tutto
È MODERNITÀ MILLENARIA

Il Consorzio “Terre di Montagna” nasce nel 2008 come progetto cooperativo finalizzato alla promozione del Parmigiano Reggiano di montagna e associa realtà produttive attive da più di mezzo secolo situate...

Leggi tutto
È CURA DELLA NOSTRA TERRA

Ogni mattina la prima cosa che vediamo iniziando il nostro lavoro è il Monte Cimone; alla sera è l’ultima che vediamo prima di tornare a casa.  Se possiamo godere della...

Leggi tutto

LE QUATTRO STAGIONI DEL PARMIGIANO

Finanziamento dal Programma per lo Sviluppo Rurale (PSR) dell'Emilia-Romagna 2014-2020

Il Consorzio Terre di Montagna è beneficiario di un contributo del FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale) per un progetto approvato a valere sul PSR (Programma per lo Sviluppo Rurale) Emilia-Romagna 2014-2020 – Tipo di operazione 16.2.01 – Approccio di sistema – Avviso Pubblico D.G.R. 227/2017, compreso nel Progetto di Filiera F67 (Settore lattiero caseario) dal titolo "Parmigiano Reggiano di Montagna: le sfide della qualità nell’evoluzione climatica e dei mercati” di cui è proponente e capofila il Consorzio Terre di Montagna -per maggiori informazioni CLICCARE QUI

Per info sulle operazioni cofinanziate dal FEASR: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=LEGISSUM:l60032&from=IT 

  PSR 2014 2020 logo